Tango, censura e libertà

Scritto da Mariateresa De Lucia

Un fil rouge tra libertà, storia e cultura domina e riunisce i diversi momenti di un evento speciale, in programma a Benevento, il prossimo sabato 23 marzo. E’ “Encuentro con la Memoria” ed è una proposta dell’associazione BenTango Benevento. Il progetto culturale è nato nel 2009 da appassionati del tango e dal loro interesse ad approfondirlo sia sotto il profilo coreutico-musicale che storico-culturale. Ne parla ad Ottopagine Mercedes Quilici che con Rogelio Bravo costituisce il nucleo fondante di quest’esperienza associativa. «L’idea di “Encuentro con la Memoria” nasce per commemorare le vittime della dittatura militare in Argentina.

Celebrazione che nel mio paese si tiene il 24 marzo. Vogliamo farlo, però, non solo con la danza ma anche con importanti testimonianze come quelle di Nicola Viceconti e Ernesto Valles Galmés». Proprio dalla voglia di far conoscere la cultura del tango, oltre la danza, nasce l’associazione. Un’esperienza che Mercedes Quilici riassume così: «Siamo a Benevento dal 2006, un ritorno alle radici, visto che i miei nonni erano italiani. Da allora abbiamo cominciato ad insegnare il tango e man, mano ad approfondire, questa cultura che non si esaurisce solo nella danza. L’appuntamento di sabato ne sarà esempio e farà conoscere un periodo molto buio della storia argentina». “Encuentro con la Memoria” si terrà, come detto, sabato 23 marzo, alle 17, al Chiostro di San Francesco di piazza Dogana. L’intervento “Gli anni bui della dittatura argentina” vedrà protagonista Nicola Viceconti, sociologo, scrittore di romanzi “Due volte ombra” (vincitore del premio al VI concorso nazionale sezione narrrativa edita a S. Giorgio a Cremano) e “Nora Lopez, detenuta N84” (vincitore al XI Concorso InediTo 2012 al Salone Internazionale di Torino). Quindi un altro ospite importante che parlerà di “Censura en la cultura y el tango”. E’ Ernesto Valles Galmés, podcast director, creatore di Tango Podcast in Italiano. Infine “Encuentros clandestinos” che vedrà protagonisti proprio Mercedes Quilici e Rogelio Bravo, maestri di tango argentino, in un’esibizione che la stessa protagonista ci anticipa: «Proseguirà nel discorso già avviato e servirà a far comprendere come tutti gli incontri culturali, durante il periodo della dittatura, dovessero essere necessariamente segreti per sfuggire alla censura». L’appuntamento gode del patrocinio istituzionale dell’Ambasciata Argentina in Italia e del patrocinio del Comune di Benevento, Assessorato alla Cultura.

Fonte: benevento.ottopagine.net

Leave a Comment