4 Marzo 2018

A te – A ti   Varchi di luce allo sguardo immenso incidono perimetri di spazi infranti. Un bagliore limpido sparge purezza sul crinale abituale di una falsa certezza. Avanzo in equilibrio, passi audaci misurati… ai tuoi sensi affidati. Mi sintonizzo. L’infinito invocato nel tempo mi accoglie la tua voce ne disegna il corrimano. Nessun argine…

4 Marzo 2018

Gli indifferenti – Los indiferentes   Non si nutrono di storia, né conoscono prodezze né gesta audaci di uomini capaci. Non s’avvedono più di tanto, né immaginano il coraggio che ci vuole per trovare le parole. Non hanno occhi, né canti di gloria, solo oblio, silenzio e rinunce, bocche inutili, vuote, sempre prive di denunce. Indifferenti!…

27 Febbraio 2018

A mia madre – A mi madre   Mi basterebbe che tu fossi qui per rimuovere il silenzio sospeso che mi attanaglia di notte. Mi basterebbe che lo spiegassi tu il perché dell’assenza. Misteriosa è la morte. Reclamerei parole, il calore della mano e uno solo dei tuoi sorrisi, come quando da bambino mi lasciavo accompagnare…

27 Febbraio 2018

Utopia   Sale, dalla vetta più alta di una terra lontana il vento agitato dell’utopia irrompe l’impenetrabile cielo della concretezza e proietta chimere dilaga come pioggia nel deserto irrigando eterni ideali e dissetando il più flebile auspicio di libertà     Sube, desde la cumbre más alta de una tierra lejana el viento agitado de…

27 Febbraio 2018

La soffitta – El ático   È in questo spazio angusto, regno di polvere e ciarpame, che rifilo i contorni dei miei più antichi ricordi. A ogni visita s’imprime nelle lacrime una strana nostalgia, graffito malinconico di un’epoca passata. Oggetti stipati e abbandonati su scaffali rugginosi tra mobili tarlati e umide pareti. Odore di memoria che…